9 novembre, 2007 | di in » Didattica

Noi scrittori e webmaster di Blog dedichiamo un po’ del nostro tempo a leggere le statistiche di accesso ai nostri siti. E’ un’attività un po’ maniacale, ma è anche ricca di spunti.

Uno dei servizi che uso, e che vi consiglio, per analizzare i dati di accesso ai siti è 103bees. E’ un servizio specializzato nell’analisi delle parole chiave usate nei motori di ricerca, che hanno portato traffico verso il vostro sito web.

Il 60% del traffico su questo sito arriva proprio dai motori di ricerca, e di questo il 90% da Google. Queste, ad esempio, le parole chiave che hanno portato più traffico nell’ultima settimana:

  • fwtools
  • tanto
  • convertire ecw in geotiff
  • conversione coordinate
  • georeferenziazione map 3d
  • batch dos ciclo file cartella
  • excel +conversione +coordinate
  • openlayers
  • aprire file .dwg linux

Nascoste tra queste parole chiave ci sono alcune domande dei lettori di TANTO, e prendendo spunto da questi e da altri dati sulle statistiche di accesso, ho deciso di rispondere a 4 domande.

Le risposte possibili erano diverse. Ho cercato, nei limiti delle mie conoscenze, di proporre delle soluzioni non dipendenti dalla piattaforma in uso, e di minimo impatto sul portafogli.

Come convertire un file .ecw in GeoTiff?

E’ una domanda la cui risposta si trova nascosta nel più letto articolo di questo Blog: “FWTools: convertire in batch da tif, ecw e jpg2000 a tif, ecw e jpg2000!!”. La risposta è “utilizzate FWTools“. Di FWTools non parlo, trovate diverse informazioni su questo sito e molte di più sul web, ma eccovi la procedura da seguire:

  1. aprite la shell di FWTools
  2. posizionatevi nella cartella in cui è contenuto il file .ecw da convertire (non è necessario, è solo per semplicità di spiegazione)
  3. scrivete “gdal_translate -of GTiff img1.ecw img1.tif” e premete INVIO
  4. verrà creato un file GeoTiff nella stessa cartella in cui è presente il file .ecw

Il parametro “-of” si usa per specificare il formato di output, ed a seguire il nome del file di input e poi quello di output. Fine

Come sovrapporre uno shape file a google earth?

Questa è una domanda classica per la quale ci sono diverse risposte possibili. Tre di queste:

  • usare shp2kml
  • usare un’altra utility di FWTools, ogr2ogr
  • sfruttare le grandi capacità di GeoServer (è un suggerimento di Andrea Aime)

Il primo è un semplice programma per Windows da scaricare ed installare, che non richiede spiegazioni.

Il secondo richiede che seguiate i seguenti passi:

  1. aprite la shell di FWTools
  2. posizionatevi nella cartella in cui è contenuto il file .shp da convertire (non è necessario, è solo per semplicità di spiegazione)
  3. scrivete “ogr2ogr -f KML shp1.kml shp1.shp” e premete INVIO
  4. verrà creato un file .kml nella stessa cartella in cui è presente il file .shp

Il parametro “-f” si usa per specificare il formato di output; a seguire il nome del file di output e poi quello di input. Attenzione: è invertito l’ordine dei file (prima output e poi input).

La terza possibilità è usare GeoServer:

Se c’è la necessità di effettuare uno styling della mappa generata (colore poligoni, spessore linee ecc) o di creare popup customizzati e associati agli attributi dello shapefile o, infine, per creare mappe con filtri dinamici, si può utilizzare GeoServer, sia come WMS che fornisce il KML a Google Earth “al volo” che offline, come strumento di preparazione del KML (si fa la GetMap a GeoServer e si salva il kml su disco una volta per tutte).

Fine

Come convertire i dati raccolti con il vostro GPS in formato Google Earth (.kml/.kmz)?

Basta usare il servizio di conversione che trovate su GPSVisualizer. Legge da quasi qualsiasi formato GPS e converte in un enorme numero di altri formati, tra i quali quelli di Google Earth (.kml/.kmz).

Se vorrete installare sul pc l’applicazione da cui è derivato questo servizio web, dovrete andare sul sito di GPSBabel, scaricarlo ed installarlo. L’elenco dei formati che gestisce è notevole.

Come convertire coppie di coordinate a partire da un foglio di calcolo(excel,calc, etc.)?

Anche in questo caso ci viene in aiuto FWTools. Lo strumento da utilizzare stavolta è “cs2cs (coordinate system to coordinate system). In questo video vedrete come fare una semplice conversione di coordinate, da Lat Lon WGS84 a UTM 33 Nord ED50, a partire da un foglio di calcolo.

Nel video noterete che per impostare il sistema di coordinate di partenza e quello di arrivo, imposto degli strani codici. Si tratta dei codici EPSG, un’organizzazione che ha raccolto e strutturato un elenco dei sistemi di coordinate (e dei parametri relativi) usati nel mondo. Ogni sistema ha un codice numerico. Se cercate un particolare codice EPSG, potrete cercarlo usando il sito descritto qui. Fine

Attenzione! Questo è un articolo di almeno un anno fa!
I contenuti potrebbero non essere più adeguati ai tempi!

9 Responses to “4 domande dei lettori di TANTO”

  1. By Andrea Aime on nov 10, 2007

    Propongo un’altra alternativa per la sovrapposizione di shapefile in google earth. Se c’è la necessità di effettuare uno styling della mappa generata (colore poligoni, spessore linee ecc) o di creare popup customizzati e associati agli attributi dello shapefile o, infine, per creare mappe con filtri dinamici, si può utilizzare GeoServer, sia come WMS che fornisce il KML a Google Earth “al volo” che offline, come strumento di preparazione del KML (si fa la GetMap a GeoServer e si salva il kml su disco una volta per tutte).

  2. By andrea on nov 10, 2007

    Caro Andrea,
    non ci conosciamo, ma mi sei caro in quanto ti lego a GeoServer.
    Hai perfettamente ragione. L’unica ragione per cui non ho inserito la soluzione che proponi, è che un po’ più complessa; anche se da risultati molto più efficaci.
    E’ un vero piacere averti tra i lettori di questo Blog. Aggiungo la tua proposta al testo dell’articolo.

    ciao e grazie,

    a

  3. By mattia on dic 2, 2008

    Ho provato ad usare shp2kml con degli shp con queste caratteristiche

    Datum: ED50 – European Datum 1950
    Ellissoide: International ellipsoid
    Proiezione: UTM – Universal Transverse Mercator Projection

    Ho fatto diversi tentativi ma non riesco a trovare le corrette coordinate da impostare nel primo step di shp2kml “Datum” e “units” per avere la giusta localizzazione.
    Qualcuno ha delle indicazioni da darmi ?

  4. By Andrea Borruso on dic 2, 2008

    Ciao Mattia,
    ho fatto un test con un file con le stesse caratteristiche di partenza del tuo. Aggiungo che il mio è Zona 33.

    Sembra esserci un baco. Shp2kml gestisce file con coordinate di partenza metriche in UTM, ma nel convertirle in geografiche (è necessario farlo per visualizzarle in Google Earth) cambia il segno alle ascisse. Il risultato è che il file kml sarà posizionato a “specchio” rispetto a Greenwich.

    Te ne renderai conto aprendo il file kml con un semplice blocco note; dovresti trovare le ascisse con il segno invertito.

    Qui un esempio:
    http://www.spaziogis.it/dokuwiki/public:tanto:code:shp2kml_problem

    Cerca “coordinates” nel codice ed avrai l’evidenza di quello che ti dico.

    Se gli cambi di segno dal blocco note e salvi, riuscirai a visualizzare il file kml correttamente.

    Il blocco note di windows non è il massimo. Molto meglio notepad++ o Notepad2.

    Ciao,

    a

  5. By mattia on dic 4, 2008

    Grazie per il consiglio funziona perfettamente,
    peccato per il baco

    grazie ancora ciao

  6. By Andrea on giu 11, 2013

    Io sono riuscito a convertire tutti i file da ArcView 3.3 a *.kml con un semplicissimo programmino fre: GPS Utility. Lo usavo per portare da GPC al GIS, ma funziona benissimo anche per portare i file in Google maps. Basta importare i file nel programma ed esportarli nel formato desiderato (attenzione alle numerose opzioni).
    Unico inconveniente, se non si è registrati, è che il programma ha un massimo di punti per ogni tracciato. Oltre non lo converte.
    Però il programma converte tantissimi file diversi.

  7. By Ilario on mar 13, 2015

    Non è un commento ma una domanda:
    come si fa ad ottenere un elenco excel da un file KML. Ho bisogno delle coordinate di 2000 segnaposto presenti in Google Heart.
    Grazie

    Ilario

  8. By Andrea Borruso on mar 13, 2015

    Ciao Ilario,
    uno dei modi per farlo è usare il “salva con nome” di QGIS. In questo video vedi un esempio (è QGIS 2.6):
    http://youtu.be/1aIG152RZ58?hd=1

    Saluti

  9. By Ilario on mar 13, 2015

    Grazie Andrea – fatto

Lascia un commento

Tag html consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


− 2 = 4


TANTO non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, in quanto non viene aggiornato con una precisa e determinata periodicita'. Pertanto, in alcun modo puo' considerarsi un prodotto editoriale.