3 novembre, 2007 | di in » Entropia

Il servizio Geologico americano (USGS) e la NASA, tra il 1971 ed il 1998, hanno prodotto delle bellissime carte Geologiche dei pianeti del nostro sistema solare. La cosa che mi ha colpito è che non sembrano carte geologiche, ma sperimentazioni di un grafico giapponese di grido.

Alcune mappe: La Luna, Mercurio, Marte, Venere, Io (una luna di Giove), Ganymede e Callisto.

 

Digital Geologic Maps of the Planets

Attenzione! Questo è un articolo di almeno un anno fa!
I contenuti potrebbero non essere più adeguati ai tempi!

2 Responses to “Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana …”

  1. By Gerlando on nov 3, 2007

    Ho potuto dare una sbirciata al file pdf che contenva quelle della Luna.
    In effetti la notazione secondo cui sembrano “sperimentazioni di un grafico giapponese di grido” è vera!
    A me hanno ricordato molto il movimento astrattista (in special modo Kandisky)ed il surrealismo di Mirò fra gli altri. Ma se vogliamo anche le partiture di Luigi Nono.
    In definitiva, se vogliamo, anche l’arte è una sorta di mappa delle emozioni…

  2. By andrea on nov 3, 2007

    Quando faccio il docente di “sistemi informativi geografici” dico spesso che tutto si può cartografare/mapppare. Anni fa (nel 2002), quando non c’erano i blog, rimasi colpito da questo libro “Atlante delle emozioni. In viaggio tra arte, architettura e cinema“.

    E’ un libro della mia wishlist. Eccone una descrizione:

    Di solito quando si parla di memoria e di emozione si pensa al tempo mentre per la Bruno, teorica napoletana che insegna ad Harvard, quel che conta è lo spazio e il rapporto sentimentale con la geografia: raccontare paesaggi naturali e urbani come atmosfere dell’animo, come esperienza vissuta, come emozione. Dalle periferie milanesi ai paesaggi indiani, ai bar “marginali” di Berlino: la realtà viene ridisegnata dalle suggestioni. Nasce così la geografia emozionale, una mappatura dei luoghi di cui si fa esperienza, una geografia che coinvolge la sensibilità.

Lascia un commento

Tag html consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


1 + 1 =


TANTO non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, in quanto non viene aggiornato con una precisa e determinata periodicita'. Pertanto, in alcun modo puo' considerarsi un prodotto editoriale.