8 ottobre, 2012 | di in » Entropia

Da poco ho acquistato a 150€, in modo molto fortunoso e non ripetibile, il meraviglioso Nexus 7. I tablet sono (per me) principalmente degli strumenti di lettura; da quando ne ho uno, ho apprezzato sempre di più le applicazioni a questo dedicate. Lo facevo già dal mio smartphone Android, ma farlo sul tablet è un altro mondo. Sia per le maggiori dimensioni dello schermo, che per la progettazione delle GUI che sfruttano in modo creativo e efficace lo spazio in più.

Leggere è un’attività bella e necessaria, alla quale cerco di dedicare più tempo possibile. La lettura di sorgenti web tipicamente passa da un browser, ma non sempre è piacevole farlo: caratteri piccoli, colori sbagliati, troppa distrazione dovuta a pubblicità o ad articoli correlati, finestre di pop-up, musichette che partono in modo inspiegabile, ecc. Da tempo per fortuna esistono diversi modi per superare questo tipo di ostacoli (prima o poi il geek in blu ci farà un post) e una di queste è Google Currents. Si tratta di un’applicazione di lettura per dispositivi Android, per iPadiPhone per sfogliare, leggere e condividere i contenuti provenienti da numerose pubblicazioni web e presentate in un formato rivista sfogliabile. E’ possibile inoltre trasformare le iscrizioni su Google Reader o qualunque blog o feed che seguiamo in una edizione simile a una rivista, con un testo molto leggibile e riposante per gli occhi e senza la presenza di contenuti accessori che potenzialmente potrebbero distarci.

Google ha reso disponibile anche uno strumento per chi (come noi) pubblica contenuti, che consente di inserire i propri prodotti nell’archivio delle fonti disponibili su Currents, e di personalizzare un po’ la struttura e la veste grafica della rivista di output. Noi lo abbiamo usato e per aggiungere TANTO basterà – una volta installata l’applicazione – aprire questo URL in un browser e seguire le semplici istruzioni a video.  Una volta inserito lo vedrete elencato tra le vostri fonti.

Per leggerci basterà fare click sul nostro logo,  si aprirà la prima pagina della rivista, e sarà possibile sfogliarla con un dito sullo schermo del vostro terminale. Alla prima apertura verranno visualizzati gli ultimi articoli pubblicati, con una vista a griglia con in evidenza i titoli, un’eventuale immagine in evidenza, e (quasi sempre) una porzione del testo del post.

Il bello è però a mio avviso il singolo articolo, impaginato in modo da rendere la lettura molto gradevole e scevra da distrazioni.

Tutto questo è possibile grazie a formati standard di pubblicazione come quello degli RSS, e a motori di publishing come WordPress. Averli alle spalle ha reso la pubblicazione di TANTO su Google Currents una cosa semplice e rapida; per fortuna si tratta di strumenti a disposizione di tutti.

Buona lettura!

 

Attenzione! Questo è un articolo di almeno un anno fa!
I contenuti potrebbero non essere più adeguati ai tempi!

One Response to “Un altro modo di leggere TANTO: Google Currents”

  1. By PJHooker on ott 8, 2012

    wow! proprio ieri sera cercavo sul mio nuovo Nexus 7 che sfortunatamente ho pagato €279 con custodia e spedizione… in Google Currents qualcosa da leggere … Usare questo tablet è nettamente differente da un semplice smartphone, sia per lo schermo, ma anche per Android 4.1, Jelly Bean …

    Clicco subito su Tanto, Buona lettura!

Lascia un commento

Tag html consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


× 3 = 6


TANTO non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, in quanto non viene aggiornato con una precisa e determinata periodicita'. Pertanto, in alcun modo puo' considerarsi un prodotto editoriale.