19 gennaio, 2008 | di in » Entropia

Gerlando è uno degli autori di questo Blog, è per meglio dire l’autore del post che ha portato più visite a TANTO in questi ultimi mesi: “smart2go: le mappe della tua città sul tuo telefonino (Nokia)“.

Con Gerlando condividiamo molte cose e tra queste le letture che facciamo tramite il nostro lettore di feed RSS preferito: Google Reader. I feed RSS li uso per varie cose, soprattutto per tenermi aggiornato. Ho selezionato alcune fonti di informazioni per me significative e le seguo giorno per giorno; il risultato è uno speciale giornale che contiene soltanto le notizie che “preferisco”.

google_reader_shared Google Reader aggiunge ai tradizionali RSS reader una funzione in più: la condivisione di una lettura.

Leggo ad esempio un interessante articolo, e ritengo sia utile condividerlo con qualcuno: con un collega di lavoro, con un amico, con mio fratello, etc. A quel punto clicco sul tasto Share (Condividi nella versione italiana dell’interfaccia) e quell’articolo verrà inserito nell’elenco delle mie letture condivise. A partire da questo elenco vengono generate una semplice e leggibilissima pagina web, ed un feed RSS.

Io ho tra le mie fonti RSS proprio il feed degli articoli condivisi da Gerlando, e tra questi la mia attenzione è caduta su un articolo pubblicato su Digital Lex: “e-Learing: scarica le lezioni online gratuite di Oilproject.org”. E’ un blog interessante che parla di Diritto e nuove tecnologie. Io mi sono scaricato le lezioni su OpenOffice. Il domino è appena iniziato.

Da lì gli occhi mi vanno su Oilproject, “La prima scuola gratuita di informatica online”. E’ stata una bellissima scoperta, in quanto è un sito ricco di materiale didattico disponibile in varie forme: da testi in formato elettronico, a registrazioni audio di lezioni in formato .mp3 liberamente scaricabili. Come tutti i siti che si rispettano, anche Oilproject ha un Blog correlato: Shannon.it.

Per parlarvi di Shannon la cosa migliore è citare gli stessi autori:

Shannon è un altro blog che tratta di tecnologia pubblicando sia articoli tecnici e mirati, sia articoli accessibili al grande pubblico.
Non è la redazione a scrivere articoli e i lettori a commentarli, ma esattamente il contrario.

L’obiettivo di Shannon è stimolare la nascita di discussioni costruttive, ponendo al centro del dibattito i lettori stessi, autori dei post iniziali.

Subito incuriosito dal sito, mi metto un po’ a girovagare e cado su questo interessantissimo post di Lorenzo Perone: “Uilizzi poco convenzionali: divertirsi con Google Earth & Co“. Il cuore del post è un video di circa 30 minuti in cui Lorenzo ci illustra le possibilità che ognuno di noi ha a disposizione utilizzando un GPS, una macchina fotografica, del bel software ed una connessione internet. Gli utilizzi “poco convenzionali” descritti da Lorenzo, richiamano quelli tipici della cosiddetta Neogeography:

  • chiunque può creare una carta geografica
  • un viaggiatore creativo può inserire un’etichetta geografica nelle proprie foto, ovvero farne il geotagging
  • la creazione di mashup
  • la semplicità di utilizzo di strumenti e tecnologie
  • la condivisione di dati e di esperienze

Il video ha un solo difetto, non mostra le operazioni che Lorenzo racconta, ma per fortuna la narrazione è di estrema chiarezza. Ho sollecitato Lorenzo in tal senso, e sta pensando di rimontare il video e renderlo ancora più didattico.

Il video ci avvicina ad un utilizzo più “pieno” di Google Earth, ma anche di altri software meno diffusi ma di grande bellezza. Si parla ad esempio dell’eccezionale alternativa offerta dalla NASA – World Wind – che a mio avviso offre possibilità didattiche molto superiori a quelle di GE. Inoltre World Wind non ha le limitazioni di licenza che invece ha Google Earth (se ne parla nel video).

Il domino finisce con tre spunti che derivano ovviamente dalla visione del filmato:

  • Gpicsync, un software per fare geotagging che sembra molto interessante e ricco di funzioni
  • l’elenco di Software di geocoding presente sul sito di Gpicsync (è sempre un effetto domino)
  • l’utilizzo dei KML Network Link in Google Earth (se tutto va bene, dedicherò un post all’argomento)

La rete alle volte è un mare troppo grande e spesso ci si perde. Quello che a me piace fare è proprio perdermi, e quando ho paura “Arresto il sistema”.

Sitografia:

  1. “Neogeography” Blends Blogs With Online Maps.
  2. O’Reilly Media | Introduction to Neogeography.
  3. The Map Room: Neogeography.

Attenzione! Questo è un articolo di almeno un anno fa!
I contenuti potrebbero non essere più adeguati ai tempi!

9 Responses to “La rete come un domino: da Gerlando, a OpenOffice a Google Earth”

  1. By Alessio on gen 20, 2008

    Veramente delle belle segnalazioni!
    Grazie e complimenti

    :-)

  2. By andrea on gen 20, 2008

    Alessio, grazie mille. E’ un piacere averti tra i nostri lettori!

    ;-)

  3. By Pietro Blu on gen 20, 2008

    Mi unisco ai complimenti di Alessio… in TANTO avete davvero un modo piacevole di parlare delle cose vi (ci) piacciono.

    E rilancio con una segnalazione per gli appassionati di geotagging con una spiccata vocazione/passione al girovagare: Everytrail http://www.everytrail.com/

    Se nei vostri viaggi o semplice bighellonare siete così “fuori” da portarvi appresso costantemente fotocamera digitale e ricevitore GPS sempre operativo, bè, questo sito di geotagging vi manderà in visibilio.

    Vi ci troverete itinerari con tracciati GPS, naturalmente “conditi” con foto e commenti, utili come spunti per viaggi, trekking o per soddisfare la vostra “geomitomania” e dire al mondo dove siete stati…

    Ad maiora!

  4. By lorenzo on gen 21, 2008

    Molto interessante ;-)
    Conto di mantenere gli impegni presi a breve.

  5. By Marco on gen 23, 2008

    Come non quotare il buon Pietro Blu sulla piacevolezza degli articoli qui su TANTO?

    Andy dice che io son famoso… ma va là… ad ASITA nel parlare dell’(iper)attività dei geobloggers italiani si citava questo blog con toni entusiasti, sarà mica un caso…

    Un salutone,
    Marco

  6. By MrEHQE on mar 23, 2008

    Il gis non è esattamente la mia materia, ma per motivi di studio, mi sta affasciando.
    Al di là dell’argomento, i ragazzi di oilproject sono veramente bravi, e shannon è un ottimo blog con spunti veramente stimolanti. Ho sempre cercato di spingerli, nel mio piccolo su o.Design.

  7. By Andrea Borruso on mar 23, 2008

    Ciao MrEHQE,
    mi fa piacere che tu stia avvicinando ai GIS, e se posso fare qualcosa non hai che da chiedere.

    Concordo con te su oilproject e shannon; aggiungo che ho avuto l’onore di essere citato in quest’ultimo.

    grazie per la visita

  1. 2 Trackback(s)

  2. apr 1, 2008: TANTO » Blog Archive » Personale, ma non troppo: amici di Blog e screencasting
  3. apr 21, 2008: TANTO » Blog Archive » Lezione vocale e gratuita: applicazioni avanzate del GPS in ambito escursionistico

Lascia un commento

Tag html consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


3 × = 6


TANTO non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, in quanto non viene aggiornato con una precisa e determinata periodicita'. Pertanto, in alcun modo puo' considerarsi un prodotto editoriale.