11 dicembre, 2009 | di in » Entropia

Mesi fa mi è capitato di leggere “Vento forte tra Lacedonia e Candela“, sottotitolo “Esercizi di paesologia”, di Franco Arminio. Questi due paesi a cavallo tra Irpinia e Puglia fanno ormai parte della mia vita da diversi anni, sebbene ci sia stato solo una volta nella mia vita.

Per uno che ama la geografia, i luoghi e le loro identità, la loro storia, un titolo e sottotitolo simili non possono che suscitare curiosità. Bene, il libro di Arminio si è subito rivelato un’autentico tesoro, ben al di là di ogni mia aspettativa. La paesologia – che nelle mia ignoranza ed evidente scarsa capacità immaginativa avevo pensato fosse l’arte esercitata da Arminio nel descrivere il suggestivo paesaggio del tratto della A16, appunto tra Lacedonia e Candela, perennemente flagellato dal vento e che io percorro ogni 15 giorni ormai da diversi anni – è invece un qualcosa a metà tra l’antropologia e la geografia umana, una vera e propria scienza – per Arminio è anche una malattia – dedita a descrivere i paesi dell’Irpinia e dell’Appennino meridionale, quelli che non vi capiterebbe mai di andare a visitare perchè sono fuori dalla lista dei 100 borghi più belli d’Italia.

Avrete capito che vi consiglio vivamente di leggerlo. Ma non voglio fermarmi certo qua. Tra le pagine del numero di dicembre de Le Scienze, mi imbatto in una pubblicità degli Editori Laterza. Sbirciando l’elenco dei libri noto subito come i titoli richiamino tutti città o luoghi. Ma ancor più eloquenti e suggestivi sono ancora una volta i sottotitoli. Forse una strategia editoriale e di marketing della casa editrice barese, sta di fatto che non ci si può esimere dal lasciarsi molto incuriosire.

Siamo sotto Natale, e sottolineando che io non ho alcun interesse specifico nei confronti degli Editori Laterza – ma qui a TANTO amiamo semplicemente parlare anche delle molteplici forme della geografia – io ve li propongo qua sotto, nel caso foste alla ricerca di idee su libri da regalare. Chè non fanno mai male.

Ce n’è per tutti i gusti, dalle Alpi alle piramidi, dal Manzanarre al Reno…

Naturalmente sarebbe davvero bello se anche i lettori di TANTO volessero contribuire a scrivere questa letterina a Babbo Natale, mettendoci i loro desiderata e/o suggerimenti editorial/geografici.

Buone feste, buona lettura… e buon viaggio.

Attenzione! Questo è un articolo di almeno un anno fa!
I contenuti potrebbero non essere più adeguati ai tempi!

Lascia un commento

Tag html consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


+ 6 = 7


TANTO non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, in quanto non viene aggiornato con una precisa e determinata periodicita'. Pertanto, in alcun modo puo' considerarsi un prodotto editoriale.